RIVAROSSI INFO MODELLI DISPONIBILI

NUMERO MODELLI PRESENTI:             TOTALI (132) :aggiornato al 07 gennaio 2012
ITALIANI            Vapore (7),Elettrico (14),Diesel (5), Carri (34) , Carrozze (2)
EUROPEI            Vapore (9),Elettrico (5),Diesel 2), Carri (1) , Carrozze (6)
ALTRE NAZIONI  Vapore (18),Elettrico (4),Diesel (14), Carri (19) , Carrozze (3)

 


Accessori plastico anni 40-50-60

Accessori Treni anni 50-60

Stazioni-Casette anni 40-50-60
 
Binari & Armamento anni 50-60

Ultimi Inserimenti

NB  Se sul prezzo vedi la scritta ND vuol dire che al momento il modello NON e' al momento disponibile

STORIA RIVAROSSI

rr01 Casa fondata nel 1945 con l'acquisizione di una azienda di commutatori elettrici nella provincia di Como da parte di Alessandro Rossi (grande appassionato di Modelli) ed il socio Riva (persona con esperienza tecnica). Quasi subito Riva si ritiro' dalla societa'.La Rivarossi sin da subito si specializzo' nella fabbricazione di treni elettrici prima in scala H0 & successivamente nelle scale 0 ed N,queste le date piu' importanti della produzione Rivarossi:
1945-Inizia la produzione del primo modello di treni in scala: la locomotiva delle Ferrovie Nord AE 2002 con carrozzeria, per la prima volta nella storia dei treni elettrici , in materiale termoindurente (bakelite)
1946-47 Pubblicazione del primo catalogo,Costruzione dello stabilimento di Monte Olimpino. Progetto del primo motore con guscio in bachelite solidale al carrello, soluzione successiva adottata da altri e tutt’ora presente in alcune produzioni.
1947-50 Brevetto per il dispositivo di sganciamento elettromagnetico a distanza, soluzione ancora valida e utilizzata. Realizzazione delle prime due locomotive americane: la 0-4-0 B&O e la 4-4-2 Atlantic carenata “Hyawatha”.Realizzazione della locomotiva a vapore italiana 2-3-1 pacific Gr 691 in fusione di ghisa.Realizzazione dell’impianto brevettato del filobus “Minobus”
1951-55 La continua ricerca e sperimentazione porta a nuovi brevetti, tra cui l’utilizzo di micromolle per il molleggio dei carrelli ed il soffietto di intercomunicazione in gomma.
I modelli sono dotati del nuovo motore con cuscinetti a sfere, soluzione che aumenta la potenza e la capacitą di trazione delle locomotive.
Inizia la produzione dei modelli con il polistirolo, materiale plastico con caratteristiche tali da consentire un affinamento dei dettagli.
1956/1960 Nuovi brevetti:sistema per il blocco automatico con influenza sui segnali come nella realtą,sedi coniche nelle fiancate dei carrelli ed assali a punta conica, soluzione ormai diffusissima,tavolo per la realizzazione di plastici modulari.Adozione della trasmissione del moto con vite senza fine e cascata di ingranaggi, soluzione adottata da numerosi costruttori di modelli. Nel 1959 viene introdotta la classica scritta in corsivo.
1960-65 Il motore Rivarossi viene riprogettato e prodotto con le boccole autolubrificanti.
Brevetto per la realizzazione di binari e deviate annegati nella sede stradale per linee tranviarie.Lancio del primo TRAM in scala H0 con relativa palificazione e linaea aerea.
Viene presentata la prima locomotiva articolata tipo Mallet in scala H0 con trasmissione del moto su tutte le ruote.
1966/1970 Brevetto per diffusore in plastica trasparente destinato all'illuminazione interna delle carrozze. Inizio della produzione in scala N (1/160).Brevetto per la trasmissione del moto, con un unico motore, a tutte le ruote delle locomotive articolate tipo Mallet.
Inizio della produzione di modelli in scala 0 (1/45). Logo con la doppia erre
1971-75 Ampliamento del parco rotabili, con l’introduzione di diverse locomotive sia italiane che straniere, alcune delle quali in catalogo fino al 1995
1976-80 Brevetto per dispositivo elettronico di illuminazione costante delle luci all'interno delle carrozze. Introduzione del computer nell’organizzazione del lavoro, dell progettazione e della gestione,Inizio della riproduzione delle carrozze CIWL.Grazie alle nuove tecnologie si possono riprodurre interni estremamente dettagliati.
1981-85 Viene realizzata la motorizzazione nel tender per le locomotive di nuova produzione.Sono aggiornati e ammodernati i modelli a catalogo.Produzione della BR 96 Mallet
1986-90 Adozione del sistema CAD/CAM per la riproduzione in scala dei modelli. Brevetto per la carenatura mobile dei carrell: permette di riprodurre modelli fedeli al reale e, nel contempo, permette il funzionamento anche su curve a piccolo raggio.
1991-95 Trasmissione del movimento dal motore con cinghia flessibile dentata, irrobustita da fibre di carbonio.Con la reintroduzione del vecchio marchio “Galletto”, la Rivarossi conferma la sua vocazione alla qualitą, presentando modelli superdettagliati da collezione.
 


Motore a SFERE Rivarossi

Santa Fe'

Marchio Galletto

Hiawatha 4-4-2
 


              
  

Example Form



Design downloaded from NICO - your source for modellismo ferroviario